Di cosa parliamo quando usiamo il termine preallarme?

Di cosa parliamo quando usiamo il termine preallarme? 4.58/5 (91.67%) 6 voti

Scusate il disturbo, ma da qualche tempo in maniera sempre più insistente, sento parlare i soliti ben informati, i famosi tuttologi insomma, della funzione di preallarme.

La panacea di tutti i mali nel campo della sicurezza domestica insomma.

Qualcosa credo di aver  intuito, ma il concetto mi sembra degno di un approfondimento e per queste ragioni ho deciso di scrivervi.

Proviamo a costruire un esempio della funzione di preallarme rispetto, ad esempio alla mia casetta di campagna, con un patio esterno molto ampio e due balconi da tutelare.

Ah, dimenticavo, intorno a questa ipotetica casetta esiste un camminamento pedonale a circa 1,5 mt dal muro perimetrale esterno e un cane di taglia media che gira libero.

Ci date una mano a non parlare a vanvera?

Alessio.

 

Gentilissimo Alessio, purtroppo hai toccato un nervo scoperto.

In questo campo infatti, non si contano più i tuttologi e quelli che ne sanno sempre una in più.

In realtà sono veramente pochi quelli che hanno le giuste competenze in materia ed in genere parlano molto poco e solo dopo accurati sopralluoghi.

Partendo da questo presupposto, possiamo affrontare con calma il concetto di preallarme.

Con questo termine infatti si intende una funzione protettiva avanzata, realizzata attraverso un dispositivo esterno di difesa primario ad una distanza fondamentale dal fabbricato da difendere, in maniera tale da evitare al malintenzionato qualsiasi possibilità di avvicinamento.

Nello specifico, si tratta di posizionare sensori idonei che allertino i proprietari di casa con decisivi momenti di anticipo, consentendogli di avvertire immediatamente le Forze dell’Ordine.

Per la realizzazione di questo pre-allarme possiamo chiaramente spaziare nella scelta dei sensori da adottare e del tipo di tecnologia.

Preferisco però progettarla con te in privato, sulla scorta di informazioni più precise da non rendere pubbliche, sai, la prudenza non è mai troppa..

Buon lavoro e se vuoi torna a scriverci.

14 thoughts on “Di cosa parliamo quando usiamo il termine preallarme?

  • 21 gennaio 2017 at 17:39
    Permalink

    Infatti, il mio preallarme è costituito da due eccezionali BAT CAM!

  • 22 gennaio 2017 at 15:58
    Permalink

    La funzione di preallarme è tutto!
    ti consente di guadagnare attimi preziosi ed avvertire la Polizia!

  • 23 gennaio 2017 at 18:27
    Permalink

    Anche se ancora poco conosciuta, questa è secondo me la funzione più intelligente.

  • 5 febbraio 2017 at 14:59
    Permalink

    ottimo guadagnare tempo per dare tempo alla Polizia di arrivare

  • 12 febbraio 2017 at 14:48
    Permalink

    con le telecamere bat cam si ottiene un ottima funzione di preallarme…….vai!

  • 15 febbraio 2017 at 10:45
    Permalink

    Parliamo di sicurezza di livello elevato!!!

  • 16 febbraio 2017 at 21:17
    Permalink

    Significa vedere il ladro prima che entri in casa!

  • 18 febbraio 2017 at 13:41
    Permalink

    Potrebbe salvarci la vita…..ottimo

  • 19 febbraio 2017 at 08:45
    Permalink

    eccezionale, non ci avevo mai pensato, la sicurezza non basta mai

  • 20 febbraio 2017 at 17:34
    Permalink

    finalmente un argomento intelligente.
    Quasi quasi ci penso.

  • 23 febbraio 2017 at 15:51
    Permalink

    Il preallarme cari amici a me ha salvato la vita……………..riflettete bene.

  • 24 febbraio 2017 at 12:26
    Permalink

    Oggi, quando si progetta un impianto di allarme, non si può prescindere dal preallarme.

  • 25 febbraio 2017 at 21:31
    Permalink

    Basta veramente poco per realizzare questa funzione, basta posizionare pochi sensori in più.

  • 26 aprile 2017 at 10:48
    Permalink

    Signori, non ha prezzo…….l’altra notte mi ha salvato dall’intrusione, mi ha svegliato, ho acceso le luci e sono scappati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *