Antifurto nascosto: come funzionano i sensori a tenda

antifurto nascosto
Antifurto nascosto: come funzionano i sensori a tenda 4.80/5 (96.00%) 6 voti

Possiamo parlare di antifurto nascosto quando i sensori funzionano attraverso la messa in atto di barriere invisibili che appunto hanno la caratteristica principale nel fatto che non sono visibili, ma rispondono a specifiche esigenze di protezione. Per esempio rientrano fra questa tipologia i sensori antifurto per esterno a tenda. È molto importante proteggere anche gli spazi esterni della nostra casa, anche quando questa rimane incustodita per un certo periodo di tempo. Perciò gli innovativi antifurti possono darci una mano molto importante da questo punto di vista.

Cos’è e come funziona l’antifurto nascosto a tenda

Facendo riferimento all’antifurto a tenda, dobbiamo sapere come funzionano i cosiddetti sensori a tenda. Si tratta di sensori di rilevazione che vengono installati soprattutto nella parte anteriore e posteriore delle finestre.

Essi funzionano rilasciando un fascio a infrarossi molto fitto. Si ha così la strutturazione di una sorta di “tenda”, per proteggere l’accesso da eventuali intrusi. In realtà il sistema si può adoperare in due modalità. Per esempio può essere utile per segnalare la presenza di qualcuno che si trova nelle vicinanze del punto di accesso oppure, se si procede con un’installazione in verticale, viene generata una vera barriera anti-intrusione.

La doppia tecnologia

I sensori a tenda, che sono parte integrante del cosiddetto antifurto che possiamo definire nascosto, funzionano attraverso l’applicazione di una doppia tecnologia. Infatti questi sensori utilizzano delle iper-frequenze microonde e dei raggi infrarossi.

Le microonde servono per analizzare qualunque corpo in movimento si trovi nei dintorni. Gli infrarossi invece servono a prendere in considerazione le radiazioni emesse dalla temperatura corporea e così si ha un sistema ancora più preciso, evitando il rischio di falsi allarmi.

Quali sono i vantaggi dell’antifurto nascosto

L’antifurto nascosto, con i suoi sensori a tenda, riesce ad apportare parecchi vantaggi. Innanzitutto si ha la garanzia di una protezione 24 ore su 24. Infatti anche quando il proprietario della casa è fuori si può contare su un’elevata protezione attraverso questa barriera invisibile.

I sensori sono facili da nascondere, non esistono limiti di dimensioni, poiché l’antifurto a tenda può essere applicato sia su spazi ampi che in aree ristrette. Funziona tutto senza fili, per cui non bisogna eseguire nemmeno opere di muratura per l’installazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *