Migliore impianto d’allarme per abitazione

Migliore impianto d’allarme per abitazione 4.30/5 (86.00%) 2 voti

Buon giorno,

mi chiamo Lorenzo e ti scrivo per avere un parere sulla mia situazione. Mi piacerebbe proteggere la mia abitazione tramite l’installazione di un impianto di allarme, ma sono titubante sulla scelta e ti spiego brevemente il perché. Non so davvero quale possa essere il sistema di sicurezza migliore per me, ovvero quale sia la tipologia da preferire, l’equo rapporto tra la qualità ed il prezzo e se sono previste delle agevolazioni fiscali di cui poter godere (mi hanno parlato delle detrazioni IRPEF ma non so se possono riguardarmi). Ci tengo a specificare che l’appartamento è piccolo e indipendente, con una porta d’ingresso, un grande finestrone che dà su una veranda, una normale finestra in bagno ed una porta-finestra nella stanza da letto (tutti i serramenti sono collocati su un unico lato della casa). Ti ringrazio in anticipo per l’attenzione ed approfitto per farti i complimenti per il blog, sempre aggiornato ed interessante! Spero tu possa darmi qualche consiglio utile.

Saluti da Verona

Lorenzo

Buongiorno Lorenzo,

grazie a te per avermi scritto, parto subito con la questione delle detrazioni fiscali. Sfortunatamente le regole in fatto di fiscalità cambiano di volta in volta, sono sempre in continua evoluzione, pertanto potrebbero esserci delle rilevanti novità anche subito dopo aver terminato di scriverti.. Per questa ragione ti consiglio di parlare con il tuo commercialista, così da avere un riscontro effettivo ed aggiornato, ed essere sicuro sulla normativa in vigore da prendere in considerazione.

Per ciò che concerne gli aspetti tecnici sul tipo di antifurto da installare, ti consiglio di affidarti a dispositivi che garantiscano la protezione volumetrica, e di aggiungere dei contatti magnetici da montare sulle poche finestre che sono presenti in casa. Visto che hai parlato di una veranda, presumo che le finestre e la vetrata siano di facile accesso, pertanto ti consiglio di aggiungere un rilevatore esterno, così da avere una segnalazione tempestiva di un eventuale tentativo di intrusione da parte di ladri o malintenzionati.

Quando parli di tipologia di impianto da preferire, ti riferisci alla scelta tra un sistema via cavo (filare) e ad uno via radio (wireless, senza fili)? Se è così, ti spiego come funziona: se in casa hai la predisposizione per la messa in posa ed il passaggio dei cavi, o se in alternativa risulta facile effettuare i lavori per il cablaggio, è preferibile installare un impianto d’antifurto filare, in quanto gli elementi che costituiscono il sistema sono meno costosi, così come è poco dispendiosa la manutenzione (nel caso in cui non dovesse esserci la predisposizione, dovrai affidarti ad un impianto wireless).

Da come mi descrivi il tutto, il tuo dovrebbe essere un allarme abbastanza semplice e di veloce installazione, il cui costo, in linea di massima, potrebbe aggirarsi intorno ai 1000/1500 euro. Inoltre ti informo che in commercio sono disponibili dei kit di antifurto di buona qualità anche on line, l’efficienza ed il risparmio sono garantiti. Detto ciò spero di esserti stato d’aiuto, in bocca al lupo per tutto, per altre domande torna pure a contattarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *