Quanto costa un allarme senza fili?

quanto costa allarme senza fili
Quanto costa un allarme senza fili? 4.80/5 (96.00%) 7 voti

Molti oggi usano l’allarme senza fili, un sistema antifurto innovativo che protegge dalle intrusioni dei malintenzionati nelle abitazioni e nei locali dedicati alle attività lavorative. I furti, come indicano le ultime stime sul fenomeno, sono in aumento. Bisogna considerare in tutto questo contesto che i dati sui furti in casa sono ricavati dalle persone che sporgono denuncia. Ci sono anche alcuni che invece non denunciano nemmeno il furto subito, per cui ci sono dei numeri sommersi che devono essere tenuti in considerazione. Per questo oggi si sente sempre più l’esigenza di installare ottimi sistemi antifurto, come può essere quello wireless.

Quanto costa un sistema antifurto senza fili

Per quanto riguarda il costo dell’allarme senza fili, anche se consideriamo i kit già predisposti, possiamo dire che i prezzi possono essere molto vari. Infatti il costo può cambiare anche a seconda di vari fattori da tenere in considerazione.

Fra questi ci sono per esempio la metratura degli ambienti, i sensori che sono necessari ad intercettare eventuali intrusioni in casa e la quantità degli accessori che possono essere integrati, come per esempio le telecamere.

In genere comunque, quando ci si riferisce ad un impianto di allarme senza fili, i costi sono variabili perché spesso c’è l’esigenza di personalizzare gli antifurto in base alle necessità dei proprietari delle case e alle caratteristiche delle abitazioni.

Quale allarme senza fili scegliere

Esistono in commercio tante differenti tipologie di allarme per la casa senza fili. Ma quale è più adatto alle nostre esigenze? Quale dovremmo scegliere per essere sicuri di una buona protezione?

Innanzitutto è molto importante farsi guidare anche da un consulente, da una persona esperta che può tenere conto delle nostre necessità di protezione. Per poter fare una distinzione fra i vari modelli, inoltre, è bene porsi alcune domande fondamentali.

Per esempio bisognerebbe chiedersi quanti ambienti abbiamo la necessità di proteggere o se vogliamo estendere la protezione anche ad aree esterne, come il giardino o il terrazzo.

Poi chiediamoci se abbiamo bisogno soltanto di un allarme sonoro o se vorremmo avere a disposizione anche la videosorveglianza e se quest’ultima deve essere integrata con la visione notturna.

Infine valutiamo il nostro livello di tecnologia, chiedendoci se per esempio abbiamo la necessità di controllare il sistema antifurto direttamente dai nostri dispositivi mobili, come smartphone e tablet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *