Sensori volumetrici – Quali i migliori?

Sensori volumetrici – Quali i migliori? 4.00/5 (80.00%) 4 voti

Ciao,

è vero che i sensori volumetrici più acquistati e usati sono i PIR perché economici e affidabili? Io ho letto di volumetrici che sfruttano la tecnologia della microonda e quella infrarossa insieme, ma non ho ben capito come funzionano e quali sono le differenze principali con i PIR…Tu quale acquisteresti?

Grazie mille

Simone

Ciao Simone,

i sensori di cui parli sono i volumetrici a doppia tecnologia che, come hai detto tu, sfruttano i raggi infrarossi e la microonda nello stesso momento. Il loro funzionamento prevede che se in casa c’è un movimento nel raggio del sensore, questo effettua un primo rilievo con gli infrarossi e un secondo che le microonde; l’allarme scatta solo nel caso in cui tutte e due le tecnologie danno responso positivo.

A mio avviso i sensori a doppia tecnologia sono i migliori attualmente presenti sul mercato perché sfruttano due tecnologie diverse tra loro, ma in un certo senso complementari: i raggi infrarossi rilevano la variazione di temperatura all’interno di uno spazio, quindi si accorgono che qualcosa è cambiato nell’area che sorvegliano semplicemente “leggendo” la temperatura. Le microonde, invece, riempiono lo spazio da controllare con onde ad alta frequenza e sono costanti nel loro controllo, in questo modo quando l’energia per saturare l’area subisce una variazione, loro fanno scattare l’allarme.

Ovviamente anche sensori che sfruttano una sola di queste tecnologie sono ottimi prodotti, ma come spesso ripeto, nel campo della sicurezza casa le soluzioni vanno valutate caso per caso, sempre in relazione alle esigenze di ciascuno.

One thought on “Sensori volumetrici – Quali i migliori?

  • 12 maggio 2016 at 13:53
    Permalink

    Ciao vorrei sapere se i sensori di cui hai parlato si possono usare in presenza costante di animali domestici.
    Possiedo un cane che rimane a casa quando io vado a lavoro e vorrei poter inserire l’antifurto per continuare a proteggere la mia casa. Allo stesso tempo vorrei lasciare il mio cane libero di muoversi senza interferire con la rilevazione dei sensori interni.
    Ciao, grazie

  • 22 maggio 2016 at 16:19
    Permalink

    Ciao
    io ho letto di sensori che oltre a sfruttare la doppia tecnologia, sono anche immuni agli animali domestici.
    Mi sapresti spiegare se effettivamente esistono e come riescono a fare questa rilevazione così particolare?
    Ti ringrazio per il tuo gentilissimo aiuto, considera che a breve acquisterò un antifurto e vorrei avere il più possibile le idee chiare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *