Telecamera videosorveglianza 360 gradi: come funziona

telecamera videosorveglianza 360 gradi
Telecamera videosorveglianza 360 gradi: come funziona 4.10/5 (82.00%) 6 voti

Nell’ambito della sicurezza, affidarsi ad un sistema di videosorveglianza tramite telecamere è davvero importante per proteggere la propria abitazione. Tra l’altro le innovazioni tecnologiche ci permettono di usufruire di strumenti davvero efficienti, come la telecamera di videosorveglianza a 360 gradi. Queste telecamere sono molto importanti, perché il rischio di intrusione non può essere sottovalutato. Ma a proposito di videosorveglianza con telecamera a 360 gradi, come funzionano questi dispositivi? Vediamo di scoprirne di più.

Che cos’è una telecamera a 360 gradi

La telecamera di videosorveglianza a 360 gradi è uno strumento molto efficiente, che può muoversi contemporaneamente sia orizzontalmente da destra a sinistra sia in modo verticale, verso l’alto e verso il basso. Inoltre, grazie alle funzionalità di cui è dotata, può ingrandire o ridurre le immagini.

Questo tipo di telecamere può essere installato sia all’interno che all’esterno delle abitazioni. Il fatto che queste telecamere possono ruotare a 360 gradi dà anche l’opportunità di inquadrare oggetti che sono posti al di sotto di esse.

Come avviene l’installazione della telecamera di videosorveglianza

Scegliere il modello di telecamera di videosorveglianza più adatto alle proprie esigenze è davvero fondamentale. Soprattutto considera, quando devi installare un dispositivo di questo genere, qual è lo scopo dell’attività per cui decidi per un dispositivo del genere e tieni conto del luogo in cui le videocamere devono essere installate.

Considera se le telecamere, anche quelle a 360 gradi, devono essere nascoste o essere ben visibili in modo che possano fungere da deterrente e valuta se ci sono eventuali zone con scarsa illuminazione.

L’importanza del campo visivo e della risoluzione

Gli elementi fondamentali di una telecamera, da valutare con attenzione al momento della scelta, sono quelli che riguardano il campo visivo e la risoluzione. Il campo visivo indica l’ampiezza della zona che si riesce ad inquadrare.

Quindi per esempio le telecamere a 360 gradi possono rappresentare un’ottima alternativa. In particolare un parametro molto importante è rappresentato dalla lunghezza focale. Quando quest’ultima è corta, la telecamera può registrare un campo visivo più grande e viceversa.

La risoluzione invece è essenziale per garantire la possibilità di avere a disposizione delle scene nitide e di alta qualità. È molto importante scegliere una telecamera ad alta risoluzione, in modo che anche nel caso dell’attivazione dello zoom, per aree vaste da sorvegliare, si riesca a mantenere la qualità delle immagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *