Barriere perimetrali: cosa sono, tecnologia e fotocamera

barriere perimetrali
4.5/5 - (4 votes)

Per chi ha una casa con un giardino o più punti di accesso dall’esterno, l’ideale sarebbe ricorrere ad una soluzione come le barriere perimetrali. Più precisamente si chiamano barriere d’allarme perimetrale, che rappresentano un sistema molto innovativo per poter avere a disposizione uno spazio esterno adeguato alle nostre esigenze, senza dover temere per la sicurezza. Ma cosa sono esattamente le barriere perimetrali e qual è il loro meccanismo di funzionamento? Scopriamone di più su questo sistema di protezione che può essere veramente molto utile in molte tipologie di abitazioni.

Cosa sono le barriere perimetrali

Si può comprendere esattamente che cosa sono le barriere perimetrali, se ci si dota di un sistema di antifurto perimetrale. È proprio questo infatti che consente di creare delle barriere invisibili in modo da mettere in sicurezza tutto ciò che si trova all’interno del perimetro delineato dalle barriere stesse.

Il tutto prevede l’installazione di sensori di movimento che fanno scattare l’allarme quando un malintenzionato già ha intenzione di introdursi all’interno dell’abitazione. Si tratta di sensori di movimento molto particolari, perché vengono chiamati a doppia tecnologia. Infatti questo sistema di sensori sfrutta due tipi di barriere.

In che cosa consiste la doppia tecnologia

In generale i sensori di un sistema di allarme possono funzionare ad infrarosso o a microonde. Con la doppia tecnologia, però, i due sistemi vengono combinati e in questo modo si ottiene un rafforzamento della protezione. I sensori ad infrarossi generano una luce che l’occhio umano non percepisce. Se questa viene interrotta, scatta subito l’allarme.

Nel caso, invece, del microonde, la barriera è formata da un fascio di onde elettromagnetiche che risultano sensibili al variare della temperatura.

L’importanza della fotocamera incorporata

Per una maggiore protezione dall’accesso di malintenzionati in casa, i sensori di movimento dovrebbero essere integrati anche da una fotocamera incorporata. Infatti con la fotocamera si possono scattare delle sequenze di immagini.

Tutto questo è molto importante, perché si riduce di molto il rischio di falsi allarmi. Si possono abbinare poi anche i sensori di movimento esterno, che sono degli speciali strumenti che rilevano l’apertura e la chiusura di porte e finestre della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.