L’importanza di installare un sistema d’allarme in casa

L’importanza di installare un sistema d’allarme in casa 4.20/5 (84.00%) 3 voti

Tornare nella propria abitazione e trovarla rivoltata con tutto all’aria può essere un’esperienza davvero devastante. In questo contesto, oltre all’ingente danno economico ed alla perdita o alla distruzione degli oggetti con un valore affettivo, il danno più grave è rappresentato dalla sofferenza emotiva e psicologica. Il senso di protezione e sicurezza provato fino a quel momento tra le rassicuranti mura di casa, non avrà più la stessa valenza, in quanto si prende atto che un ambiente prima intimo ed inviolato è rimasto e può essere ancora preda di sconosciuti malintenzionati. Dopo una situazione di questo tipo, tendenzialmente, le vittime di un furto in abitazione avranno paura di rivivere la stessa scena ogni qualvolta torneranno a casa, o peggio ancora di trovare i ladri ancora dentro l’edificio.

Ad oggi, i sistemi di allarme per uso domestico sono senza dubbio molto sofisticati, funzionali ed accessibili dal punto di vista economico. Un buon impianto di antifurto, completo di telecamere di videosorveglianza, solitamente può costare anche meno di 1000 euro compreso di installazione. Dunque, perché vivere con il perenne terrore di ritrovare l’abitazione ripulita da qualche malvivente? Parliamo di un investimento che si ripaga nel corso del tempo, se si pensa a quanto si debba spendere soltanto per rifare le finestre o peggio ancora un portone danneggiato in seguito ad un tentativo, riuscito o no, di effrazione.

Un sistema di antifurto per la casa, per essere efficiente e di buona qualità, deve essere composto dai seguenti elementi: una centralina (quest’ultima rappresenta il vero e proprio cuore dell’impianto di sicurezza che vede e comanda il tutto), una sirena sonora e visiva (generalmente questo dispositivo va installato al di fuori dell’abitazione, ad esempio sul terrazzo, in quanto servirà a far individuare la casa alle Forze dell’Ordine preposte), un numero variabile di sensori di movimento o sensori anti scasso (vanno installati sulle finestre), ed infine le telecamere di videosorveglianza, grazie alle quali sia l’interno che l’esterno della casa vengono costantemente monitorati.

Questa lista rappresenta i componenti base; gli impianti più complessi prevedono anche le Telecamere wireless (senza fili) comandate tramite la rete Internet via personal computer, Smartphone o Tablet; i Monitor di sorveglianza; le centraline telefoniche, in grado di far partire una chiamata al vostro Smartphone nel momento in cui scatta l’allarme; i sensori anti effrazione, da posizionare sulle finestre, e tante altre soluzioni volte a proteggere non solo le abitazioni ma anche i negozi, gli uffici, le aziende, le attività commerciali e così via.

Come già specificato sopra, i costi per poter acquistare un buon sistema di antifurto per la casa sono ampiamente al di sotto dei 1000 euro. Pertanto, se vi alletta l’idea di dotarvi di un impianto di questo tipo, è consigliabile chiedere un consulto ad un esperto nel settore, senza preoccuparsi dei falsi allarmi o del disturbo che la sirena può arrecare ai vostri vicini di casa, in quanto oggigiorno questi sistemi risultano davvero performanti, efficaci e ben collaudati (se ben tarato il sistema di antifurto scatterà soltanto se vi è un reale pericolo in casa).

One thought on “L’importanza di installare un sistema d’allarme in casa

  • 4 ottobre 2018 at 19:33
    Permalink

    ad oggi installare un sistema antifurto è davvero il minimo, con la sicurezza passiva non si riesce a stare davvero al sicuro, ci vuole l’aggiunta di sensori e telecamere per proteggere davvero la famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *