Sistema di antifurto wireless e falsi allarmi

Sistema di antifurto wireless e falsi allarmi 4.80/5 (96.00%) 2 voti

Un impianto di antifurto wireless (senza fili) per la casa è un sistema in cui diversi dispositivi sono collegati tra loro grazie alle onde radio, diversamente dai tradizionali cablaggi tipici dei sistemi filari (via cavo). All’interno dei sistema di antifurto senza fili, fra i vari elementi, il fulcro vitale è rappresentato dalla centralina, tramite la quale il proprietario può interagire con gli apparecchi e quindi gestire al meglio tutto l’impianto. Detto questo, è importante sottolineare che i sistemi di antifurto wireless, a volte, possono essere soggetti al fenomeno del disturbo radio, creando non poche criticità al buon funzionamento dell’impianto d’allarme ed al collegamento alla rete internet. Per quanto concerne l’andamento dei sistemi di antifurto senza fili, si possono verificare due diversi problemi:

Allarme perso: in questo caso specifico, un messaggio d’allarme regolare inviato da un rilevatore alla centralina viene perso in quanto un disturbo ti tipo ambientale (ovvero una interferenza radio), oppure un sabotaggio volontario (ad esempio jamming o saturazione), impediscono alla centralina di riceverlo correttamente e quindi originare la giusta segnalazione di allarme.

Falso allarme dovuto da interferenze: in tale circostanza parliamo di un segnale radio esterno, quindi che non appartiene all’impianto di allarme, il quale origina un disturbo che viene interpretato in modo errato come un messaggio d’allarme trasmesso da un rilevatore: di conseguenza la centralina crea il falso allarme.

È importante sottolineare la tecnologia che sfrutta la doppia frequenza e l’anti jamming non hanno nulla a che vedere con i falsi allarmi dovuti dalle interferenze: difendono l’impianto dai tentativi di sabotaggio e dalle interferenze radio ambientali, ma non incidono in nessun modo sugli allarmi da interferenza. Se il sistema di antifurto via radio scatta per via di un disturbo generato da apparecchi esterni al sistema (per esempio radio-comandi, apri-cancelli e così via), vuol dire che la qualità della centralina è bassa.

Tra le cause dei falsi allarmi vi è principalmente l’incapacità della ricevente radio di riconoscere la trasmissione del codice corretto dal quello non valido, o ancora da una codificazione inadatta del messaggio. Gli impianti wireless trasmettono codici dai rilevatori alla centralina, così come avviene per tutti gli altri dispositivi con tecnologia via radio: nel caso in cui un disturbo viene letto per errore come un codice giusto o se la centralina ha un basso numero di codici possibili tale da poter fortuitamente corrispondere con quello di un radio comando auto o di un apri cancello, allora si presentano i falsi allarmi.

Fino a qualche anno fa, gli impianti via radio non erano innovativi come quelli presenti attualmente in commercio, ed effettivamente la problematica della codifica e delle interferenze era frequente. Oggigiorno, però, i sistemi proposti sul mercato, sia per l’evoluzione tecnica dei dispositivi che per necessità normative, non sono più soggetti a questo tipo di disturbo, ma in determinate circostanze ci si imbatte ancora in prodotti di bassa qualità che purtroppo fanno incorrere l’utente nel fastidioso fenomeno dei falsi allarmi. Pertanto è importante rivolgersi sempre a rivenditori esperti nel settore e a prodotti garantiti e certificati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *