Scegliere un impianto d’allarme via radio

Scegliere un impianto d’allarme via radio

Buon pomeriggio,

mi chiamo Maurizio, in questo periodo mi sto documentando parecchio sugli impianti di allarme, ma nonostante ciò faccio ancora molta fatica a comprendere quale sia quello giusto da installare per proteggere la mia abitazione, in quanto oltre ad averne trovati tantissimi durante le mie ricerche, anche le caratteristiche e i prezzi sono molto diversi fra loro. Possiedo una casa singola che si sviluppa su tre piani, ossia quello interrato, il piano terra e il primo piano (ti preciso che non ho preziosi da proteggere). Dopo aver fatto una valutazione sui pro e i contro sto pensando ad un sistema via radio, quindi senza fili, e a tal proposito ti chiedo: secondo te qual è la marca più indicata ed affidabile? In linea di massima quanto dovrei spendere per dormire sonni tranquilli ed avere un buon impianto? Intanto ti ringrazio per l’attenzione, spero vivamente tu possa darmi un aiuto prima di effettuare l’acquisto!

Cordiali saluti

Maurizio

Salve Maurizio,

ti dico subito che capisco molto bene la tua confusione in merito, poiché oggigiorno, nel campo della sicurezza, non è facile orientarsi, specialmente perché esistono molti rivenditori improvvisati ed una vastità di prodotti che mette a dura prova gli utenti che si apprestano a fare una scelta senza avere molta dimestichezza con questo mondo. Quando non si è molto preparati e si progetta di installare un sistema di antifurto per la prima volta, io personalmente consiglio sempre ai miei lettori di affidarsi a dei rivenditori specializzati in carne ed ossa, quindi a negozi fisici, che hanno una reale esperienza dei dispositivi e delle tecnologie impiegate, capaci di indirizzare al meglio gli utenti senza farli incorrere in ripensamenti e fregature varie ed eventuali. Se invece, per risparmiare e ridurre un po’ le spese decidi di affidarti al mondo del web e degli store online, il mio consiglio è quello di fare attenzione e prediligere i siti internet che garantiscono al cliente sia l’assistenza post vendita che il reso, ed offrono certificati e garanzie per le apparecchiature che vendono.

Per quanto riguarda la domanda sulla marca dei prodotti più adatta, con tutta franchezza penso che questo sia l’ultimo dei problemi, in quanto ad oggi non esiste un marchio più sicuro ed affidabile di un altro, ma soltanto un impianto di antifurto più adatto di un altro rispetto alle specifiche esigenze della persona, ed è proprio per questa ragione che i casi vanno valutati di volta in volta. Per ciò che concerne invece il tuo dubbio sul giusto budget per l’acquisto del sistema di sicurezza, posso dirti che non è facile individuarlo senza aver prima effettuato un accurato sopralluogo, tieni presente però che un impianto via radio wireless è un po’ più costoso rispetto ad un impianto via cavo, e che il prezzo potrebbe variare nel caso in cui gli ingressi e le aperture presenti in casa da difendere fossero numerose. Spero di essere stato un valido aiuto, per qualsiasi altro chiarimento mi trovi qui pronto a risponderti. Tienimi aggiornato sui risvolti, un saluto!

Sistema d’antifurto casa via cavo o via radio?

Sistema d’antifurto casa via cavo o via radio?

Lo sviluppo crescente che negli ultimi anni ha investito il settore tecnologico, ha portato ad una notevole espansione anche nel campo degli impianti d’antifurto: questi sistemi, infatti, si stanno diffondendo sia in ambiente domestico che professionale, raggiungendo ottimi traguardi in termini di funzionalità e sicurezza, senza contare il rapporto conveniente tra qualità ed il costo dei vari prodotti presenti in commercio. Sono molti gli utenti che scelgono di proteggere la propria abitazione, un ufficio, un negozio, una azienda o un esercizio commerciale grazie all’installazione di un impianto d’allarme. Per poter fare la scelta giusta ed acquistare il sistema migliore per le proprie specifiche necessità di sicurezza, le valutazioni da fare non sono poche: il primo grande step riguarda l’opzione tra l’impianto di antifurto via cavo (filare), quello via radio (wireless, senza fili) o quello misto.

Dunque qual è il migliore tra i tre sistemi di sicurezza? Quello filare, che necessita del cablaggio nella fase di installazione; quello wireless, che lavora grazie alle onde radio; o quello misto, che include sia elementi via cavo che parti via radio? Per rispondere al quesito sulla scelta tra la tecnologia filare, quella wireless e quella mista per il proprio sistema d’allarme, è importante in primo luogo specificare che molto dipende dalle condizioni in cui decidete di installarlo: se per esempio è in atto una ristrutturazione, oppure l’appartamento possiede già la predisposizione, quindi la giusta disposizione dei tubi per la messa in posa ed il passaggio dei cavi, è da prendere in considerazione l’installazione di un impianto di antifurto filare, senza dubbio più economico sia per quanto riguarda l’acquisto che la successiva fase di manutenzione.

Se invece all’interno della casa non vi è alcuna predisposizione, è da prendere in considerazione l’acquisto di un sistema di antifurto wireless: quest’ultimo, infatti, per la sua installazione non presuppone il cablaggio, di conseguenza niente buchi, tracce, canaline ed interventi murari vari per il passaggio dei cavi. Per quanto riguarda gli impianti di antifurto misti e la loro installazione, è indispensabile possedere comunque un minimo di predisposizione, anche se alcune apparecchiature come le telecamere di videosorveglianza e i sensori d’allarme sono in versione wireless.

Per ciò che concerne i costi, è evidente che quando ci si appresta a fare l’acquisto bisogna fare attenzione al rapporto qualità prezzo dei dispositivi che ci interessano. Oggigiorno, inoltre, la provenienza degli apparecchi non giustifica più il costo di un impianto di antifurto, in quanto anche le più note aziende italiane ormai producono in Cina, pertanto la qualità dei prodotti non si basa più sulla localizzazione geografica della produzione, bensì sul tipo di tecnologia usata, nonché sulla qualità dei prodotti e dei materiali impiegati. Per quanto riguarda i prezzi, c’è da riflettere sul fatto che, ovviamente, al variare dei requisiti del prodotto variano anche i costi: se ad esempio un sistema di allarme sfrutta la doppia frequenza, certamente avrà un costo maggiore rispetto ad un impianto che lavora su un’unica frequenza (ad incidere sui prezzi vi è anche la dotazione di ulteriori funzioni come l’anti-jamming e l’anti-manomissione).