Telecamere IP: cosa c’è da sapere

Telecamere IP: cosa c’è da sapere 4.00/5 (80.00%) 2 voti

Nel mondo degli impianti per la sicurezza e, nello specifico, nell’ambito dei sistemi per la videosorveglianza e delle loro specifiche caratteristiche, le Telecamere IP rappresentano senza dubbio le più diffuse ed utilizzate, in quanto semplici da istallare, facili da gestire e con un buon rapporto qualità prezzo. Il mercato del mondo sulla sicurezza, ad oggi riesce ad offrire dispositivi all’avanguardia, per tutti i gusti e anche per le diverse possibilità economiche, che possono funzionale sia via cavo (sistema filare) che con sistema senza fili (wireless): in tal caso la scelta fra l’uno o l’altro sistema va presa in base a diversi fattori, tra cui: posizione e dimensioni del locale da sorvegliare, presenza o meno di passaggi per i cavi, o ancora dal tipo di lavoro da apportare per la messa a dimora ed installazione del sistema di video sorveglianza.

Per fare la scelta giusta, sia per realizzare tutto per bene ed in sicurezza che per le certificazioni e valutazioni di conformità, la consulenza di un elettricista o del tecnico specializzato nell’installazione degli impianti, è l’ideale. In commercio si possono trovare kit per la videosorveglianza completi di centralina, sistema di registrazione e telecamere, oppure sistemi frutto dell’unione di più dispositivi (sistemi per immagazzinare i dati, telecamere motorizzate, Digital Video Recorder e sensori di movimento).

Le telecamere Internet Protocol, in quanto modulari, danno la possibilità di ampliare il sistema anche in un secondo momento: tra le caratteristiche, inoltre, vi è la capacità di potersi connettere al sistema anche dall’esterno e la possibilità di immagazzinare le riprese generate dalle telecamere. La speciale tecnologia IP permette inoltre l’utilizzo di Device alquanto standard nonché l’uso di soluzioni davvero economiche e per tutte le tasche; al contempo, però, necessità di un maggior grado di consapevolezza e conoscenza delle necessità previste nella gestione di un sistema di videosorveglianza ben fatto ed efficiente.

Numerose telecamere hanno anche la possibilità di riprendere in condizioni di scarsa illuminazione, di seguire i movimenti attraverso i sensori e di ingrandire a piacimento le immagini. Inoltre diversi Digital Video Recorder possiedono la possibilità di gestire i flussi di numerose telecamere o di registrare le riprese soltanto nel momento in cui captano il movimento nell’area all’interno dell’inquadratura. Esiste poi la gestione automatica dei file, e ancora la capacità di determinati algoritmi di compressione che consentono di ottenere immagini nitide con file poco pesanti, utili per spedire le riprese tramite connessioni internet anche via Smartphone o Tablet.

Per quanto concerne l’aspetto economico, è importante contenere i costi senza però far passare in secondo piano l’aspetto più importante: la necessità di avere un ambiente sicuro per voi e per i vostri cari. Certamente nella scelta del sistema che più si addice alle vostre specifiche esigenze, sarà importante tener presente le finalità di utilizzo del sistema, soprattutto se la fase di installazione richiede lavori, opere murarie e modifiche sostanziali della vostra proprietà, della vostra abitazione o della vostra azienda.

One thought on “Telecamere IP: cosa c’è da sapere

  • 8 agosto 2018 at 12:02
    Permalink

    Ho sentito parlare anche di sistemi misti, ovvero wireless e cavo insieme, è una scelta consigliabile cioè più sicura o è meglio un impianto del tutto senza fili?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *