Scelta Antifurto Casa: problemi e soluzioni

Scelta Antifurto Casa: problemi e soluzioni

Poter vivere in una condizione sicura e al riparo dai pericoli è senza ombra di dubbio il sogno di molti cittadini. Antifurtocasa.it è un sito internet pensato ed ideato proprio per consigliare, aiutare ed orientare coloro i quali stanno pensando di acquistare ed installare un impianto di antifurto per la protezione della propria abitazione, del proprio ufficio o della propria azienda. I componenti e le diverse soluzioni vengono presentati agli utenti in modo completo e chiaro, evitando gli incomprensibili tecnicismi ed indicando tutti i pro e i contro di ciascun sistema e tipo di tecnologia impiegata. Non vi è pretesa alcuna da parte nostra di essere esaurienti, in quanto l’obiettivo principale è quello di fornire ai lettori degli spunti di riflessione utili ad una scelta consapevole, che possono essere approfonditi e sviscerati in un secondo momento tramite determinate sezioni. È fondamentale sottolineare, in tale contesto, che la qualità, l’efficienza e l’affidabilità di un impianto di antifurto sono date non tanto dai modelli, dalle marche o dal prezzo finale dei prodotti che compongono il sistema, bensì dalle scelte oculate che vengono effettuate da chi acquista. Esaminare attentamente i fattori di rischio, saper individuare le aree deboli di un edificio e prendere in considerazione le necessità di chi abita quotidianamente l’ambiente da mettere in sicurezza, rappresentano i veri e propri punti di forza di un impianto di allarme sicuro ed affidabile, ed è per questa ragione che suggeriamo sempre ai nostri utenti l’installazione fai da te del proprio sistema di sicurezza.

Per potersi dotare di un sistema di antifurto sicuro al 100 %, è indispensabile fare le scelte giuste, calibrate sulle caratteristiche strutturali dell’edificio da proteggere e sulle specifiche esigenze di sicurezza personali, e ciò risulta possibile soltanto se si è ben informati. Una scelta consapevole vi consente di vivere sereni, protetti e al riparo da brutte sorprese. Avete dubbi o curiosità? Mandateci le vostre domande attraverso il forum, e vi risponderemo direttamente sul sito. Chiedeteci consiglio se avere qualche perplessità, o ancora sfogliate le varie categorie per vedere le risposte già fornite agli altri utenti. Dall’altra parte dello schermo troverete tecnici e hobbisti desiderosi di condividere le proprie esperienze e competenze con chi si accosta al mondo della sicurezza e dei sistemi d’antifurto. Il nostro scopo, infatti, è quello di fornire dei consigli pratici, concreti e di semplice interpretazione a coloro i quali desiderano approfondire le potenzialità del proprio impianto di allarme. Grazie alle numerose richieste che riceviamo quotidianamente dai visitatori come voi, il nostro intento è proprio quello di dare vita ad un blog il più completo ed aggiornato possibile.

Allora che aspettate, venite a scoprire tutto ciò che c’è da sapere sui migliori antifurti per la casa! se state pensando all’acquisto ma non siete ancora sicuri e abbastanza informati, siete nel posto giusto: grazie a questo sito online potrete trovare le risposte a molti dei vostri dubbi su come muovervi per scegliere il giusto sistema. Il nostro gruppo di esperti è a vostra completa disposizione per aiutarvi: questo è il nostro obiettivo!

Prolungare i cavi d’allarme crea problemi?

Prolungare i cavi d’allarme crea problemi?

Buon pomeriggio,

mi chiamo Maurizio e nella vita da un po’ di anni mi occupo di impianti civili, pertanto non sono molto pratico nell’ambito specifico dei sistemi di sicurezza. Ti premetto che ti seguo spesso ed apprezzo molto le competenze che metti in campo nelle tue risposte, sempre attente e chiare. Per questo ho deciso di contattarti per avere un buon consiglio su quanto mi è capitato. Non molto tempo fa, nel corso di un lavoro mi sono ritrovato ad avere a che fare con un sistema di allarme a filo, del quale ho dovuto spostare diversi sensori e ho dovuto far passare i cavi in alcuni tubi mentre prima si trovavano nelle canaline. Il proprietario dell’edificio mi aveva chiesto di utilizzare gli stessi cavi, ma allo stesso tempo di far fare loro dei giri differenti, in particolar modo a quelli della sirena d’allarme esterna e a quelli della tastiera di controllo. Ora arriva il problema, poiché i cavi erano troppo corti e per questo motivo non ho potuto fare altro che prolungarli attraverso determinati collegamenti. A questo proposito ti chiedo, secondo la tua esperienza nel settore tale prolungamento potrebbe nel tempo generare delle criticità o peggio ancora dei mal funzionamenti all’impianto di antifurto? Non vorrei ritrovarmi in una spiacevole condizione con il proprietario… Ti ringrazio tanto per l’attenzione e per l’aiuto che vorrai darmi!

Un saluto e ancora complimenti per questo tuo blog!

Maurizio

Risposta:

Buon pomeriggio Maurizio,

prima di tutto ci tengo a ringraziarti per i complimenti che hai rivolto al mio lavoro su questo blog, sono davvero contento che ti piaccia e che tu abbia deciso di rivolgerti a me per raccontarmi la tua situazione! Entrando nel merito del tuo quesito di oggi, devo premettere sia a te che a tutti i lettori che mi seguono che in generale giuntare i cavi non è mai un qualcosa di consigliabile, ma al di là di ciò immagino che tu lo sappia e che in quella determinata situazione con il proprietario della casa non avessi altra scelta.

Giuntare i cavi si dovrebbe evitare perché la problematica principale sta nel fatto che potrebbe verificarsi una interferenza, poiché la giunta non è mai isolata come lo è il cavo originale, proprio in quanto la schermatura viene di fatto interrotta. Detto ciò, a questo punto a te non resta che controllare con attenzione che l’isolamento venga realizzato a regola d’arte e che non ci sia la presenza di aree nelle quali i conduttori possano essere in qualche modo disturbati da segnali parassiti esterni oppure indotti da altri cavi che procedono vicini.

So che non è molto, ma dalla richiesta che ti ha fatto il proprietario e da ciò che mi hai descritto nella mail l’unica cosa da fare è verificare per bene la validità dell’isolamento, ad ogni modo se dovessi avere altre domande o dovessi aver bisogno di ulteriori chiarimenti sulla faccenda torna a contattarmi quando vuoi, e tienimi aggiornato sul funzionamento del sistema! Fammi sapere, sono curioso! Un saluto a presto

Risoluzione problemi sistema d’allarme

Risoluzione problemi sistema d’allarme

Buon pomeriggio,

mi chiamo Lorenzo e sono di Pistoia, prima di tutto ci tengo a farti i complimenti per i tuoi innumerevoli interventi, sempre molto dettagliati e puntuali! Quest’oggi ho deciso di scriverti per raccontarti la mia situazione, così magari puoi darmi una mano: possiedo un sistema di allarme senza fili che va in blocco nei casi in cui la centralina è alimentata dalla corrente, cosa che invece non succede quando è alimentata dalla batteria tampone. Ciò che si blocca è il trasmettitore senza fili della sirena d’antifurto, un circuito che ho installato all’interno della centralina. Per poter resettare il tutto devo inevitabilmente staccare l’alimentazione alla centralina, togliendo anche la batteria. Ovviamente ho già chiamato la ditta, e quest’ultima mi ha detto il problema è dato dal trasmettitore, attualmente sono alla terza sostituzione, e soltanto con l’ultimo trasmettitore la situazione pare essere migliorata, ma solo un po’ rispetto a prima, per cui sono ancora lontano dalla risoluzione effettiva del problema. A questo punto, secondo il tuo parere, potrebbe essere un problema legato alle interferenze? Credi che possa risolvere il tutto semplicemente allontanando il trasmettitore dalla centralina? Spero tu possa aiutarmi… non so più dove mettermi le mani! grazie infinite per l’attenzione e la consulenza che vorrai dedicarmi, aspetto di conoscere la tua idea in merito!

Un saluto

Lorenzo da Pistoia

Buon pomeriggio Lorenzo,

Prima di tutto ti ringrazio vivamente per i complimenti, è importante per me avere il riscontro dei lettori per continuare sulla strada giusta e fare sempre meglio! da ciò che leggo la prima cosa che ti consiglio per il tuo sistema di allarme wireless è di fare un tentativo allontanando il trasmettitore, per farlo puoi impiagare un cavo schermato anche di una sezione maggiore; anche se, da quello che descrivi nella mail, credo si tratti di più di un disturbo di elettricità sul trasmettitore, ma sfortunatamente non ho gli elementi necessari per farti una diagnosi specifica… a farmi dubitare di più è il modulo TX, che lavora alimentato dalla batteria e non dall’alimentazione primaria. Inoltre è abbastanza anomalo il totale blocco sull’elettronica. Detto ciò ti suggerisco di rivolgerti al servizio tecnico della ditta, e descrivendo con minuziosità i vari collegamenti dell’alimentazione, tentare di trovare con loro una risoluzione al problema; una colta contattati potrebbe essere utile utilizzare un tester ed effettuare qualche verifica con loro in diretta, così da avere subito dei riscontri pratici. Ad ogni modo ti ripeto quello che avevo accennato sopra, ossia che in base alla mia esperienza e alle mie conoscenze in materia, potrebbe trattarsi o di un’alimentazione errata al modulo TX, o in alternativa di un falso contatto o corto che provoca un’alimentazione sbagliata. Spero di essere stato sufficientemente chiaro ed esaustivo, purtroppo non posso farti una diagnosi precisa poiché mi mancano degli elementi importanti, ma credo comunque che con queste indicazioni di massima tu possa tentare qualcosa di concreto per risolvere il problema! Per qualsiasi altro chiarimento, domanda o curiosità mi trovi qui a disposizione. Fammi sapere come va! Un saluto